Category Archives: Altro

Generazione che sale

“Generazione che sale”, dedicata a bambini e ragazzi, italiani e migranti, vuole essere una sintesi di tutte le altre sezioni, una scommessa in un futuro in cui tutto questo sarà finalmente ovvio: l’importanza sovranazionale della nostra necessità di comunicazione orale e scritta, l’ordinaria transumanza del nostro destino di artefici di parole, la sacralità delle parole sempre più contaminate e bastarde che ci sopravviveranno....
Read more

interventi

La sezione “interventi” offre scritti, saggi più o meno brevi, sintesi di tesi o tesi intere, di studiosi, scrittori che vogliono cimentarsi nell'approfondimento dei temi che riguardano la scrittura dei migranti e la loro relazione con la letteratura e le letterature. Angela D'ambra  -  Saggio su  Murray Alfredson Giulia Martina  -  Donne che abitano il mondo Melita Richter  - Abitare la scrittuta Roberta Sala  - Una favola decadente dell’umanità contemporanea nei versi a Veronika di                                Gennadij Ajgi Raffaele Taddeo  - Appunti su nomadismo e residenzialità...
Read more

parole dal mondo

La sezione "Parole dal mondo", offre testi di scrittori migranti non italiani nel mondo.E’ una sezione importante perché apre la rivista alla mondialità, anche attraverso le traduzioni dalle diverse lingue dei testi originali. Murray Alfredson   Agnus Dei     versione originale Murray Alfredson   Isacco Ragazzo   versione originale Murray Alfredson   Quando Elohim per bocca di Mosè   versione originale Gennadij Ajgi      Canzoncina per te - del padre    versione originale Gennadij Ajgi     Favola d'Arlecchino invecchiato    versione originale Gennadij Ajgi      Favola della sbarra e del Sgabbiotto di guardia  versione originale Gennadij Ajgi      Piccolo canto  tataro       versione originale...
Read more

stanza degli ospiti

Stanza degli ospiti " come tributo di ospitalità, raccoglie e propone testi di scrittori stanziali italiani e stranieri - i viaggiatori immobili - con cui è sempre più necessario interagire e collaborare per un arricchimento reciproco. E’ una sezione che si vorrebbe sempre più ricca perché solo con lo scambio reciproco di scrittori autoctoni, migranti. Daniele Comberiati  -  Montpellier Martina Chiari  -  Abitavi un corpo candido Monica Dini  -  High tech Anna Fresu  -  La mia casa valigia Loretta Emiri - Abitare l'amicizia...
Read more

racconti e poesie

La sezione "Racconti e poesie" si prefigge di raccogliere e proporre testi di  scrittori migranti o migranti scrittori che sono in Italia, che usano l'italiano come lingua d'espressione letteraria; di scrittori figli di migranti che ormai hanno acquisito l’italiano come propria lingua avendo frequentato tutti i gradi di scuola nel nostro paese. Christiana de Caldas Brito  -  Abitare in alto Gentiana  Minga  -  Una casa e una sedia Abdelmalek  Smari  -  I gommonisti Božidar Stanišić   -  Carico disperso...
Read more

editoriale

Essere musulmano da Malcom X a Muhammad Alì, dall’Ayatollah Khomeini alla piccola Malala Yousafzai

Cari lettori,

il tema di questo numero è l’abitare ma come sempre le pagine della nostra rivista sono aperte ad altri argomenti. A questo proposito cercherò di ragionare sugli atteggiamenti che mandano all’aria il convivere nella pace degli esseri umani a livello universale e avvelenano la quotidianità di ciascuno di noi, quindi mettono a rischio il senso stesso dell’abitare insieme. Confesso che questo editoriale è stato probabilmente il più difficile da portare a termine dal primo numero della nostra rivista. Il  nostro numero di luglio 2016 è già online da qualche giorno e solo ora sono finalmente riuscito a proporre questa forma di editoriale. Me ne scuso umilmente con i nostri lettori e con i membri del comitato editoriale di el-ghibli.

Nell’ultimo mese e mezzo, da qualche parte nel nostro mondo interconnesso e...

Read more

parole dal mondo

La sezione "Parole dal mondo", offre testi di scrittori migranti non italiani nel mondo.E’ una sezione importante perché apre la rivista alla mondialità, anche attraverso le traduzioni dalle diverse lingue dei testi originali. Michael Blackburn   -  Acqua  - versione originale Michael Blackburn   -  Luce e pioggia  -  versione originale Michael Blackburn   -  La costituzione delle cose  -  versione originale Vladimir Lucien  -  Corbaccio - versione originale  con lettura dell'autore Vladimir Lucien  - persino qui - versione originale con lettura dell'autore Vladimir Lucien  - scontri nella pioggia - versione originale  con lettura dell'autore...
Read more

editoriale

Perchè applaudo alla scelta del tema di questo mese per El-Ghibli? La censura è associata nell’immaginario collettivo a pratiche ottocentesche, anacronistiche, appartenenti a un mondo che non ha resistito ai colpi della modernità. La prima volta che mi son occupata di censura, si trattava di censura musicale. Erano i libretti di Temistocle Solera scritti per Verdi a farne le spese. C’è una distanza come fatta di trasparenze opache, di tempi passati polverosi che ci separa da quelle carte strappate. La censura politica non andava più di moda da tempo, gli ultimi casi noti in Italia riguardano perlopiù il costume, come il famoso programma di Daniele Luttazzi (attore, comico, scrittore e musicista italiano) ritirato dalla televisione perché considerato osceno. Ci sono alcuni giornalisti che non hanno visto rinnovare i loro contratti nella televisione di stato, alcuni comici che in televisione non ci potevano andare e che han finito col vincere...

Read more

interventi

La sezione “interventi” offre scritti, saggi più o meno brevi, sintesi di tesi o tesi intere, di studiosi, scrittori che vogliono cimentarsi nell'approfondimento dei temi che riguardano la scrittura dei migranti e la loro relazione con la letteratura e le letterature. Gül Ince Beqo Le distanze e l’aquilone Božidar Stanišić UNA BATTAGLIA ANONIMA E SOLITARIA ovvero sia VARIAZIONI SUL CENSORE IMMAGINARIO Clementina Coppini Ci sono cose che è meglio non scrivere Angela D'Ambra Istantanee sulla poesia di Michael Blackburn Mariangela Lando Quale censura Angela Caputo Vladimir Lucien: “L’immaginazione è il ritmo oltre ciò che si vede”  ...
Read more

racconti e poesie

La sezione "Racconti e poesie" si prefigge di raccogliere e proporre testi di  scrittori migranti o migranti scrittori che sono in Italia, che usano l'italiano come lingua d'espressione letteraria; di scrittori figli di migranti che ormai hanno acquisito l’italiano come propria lingua avendo frequentato tutti i gradi di scuola nel nostro paese. Anna Belozorovitch Mano sulla bocca Gentiana Minga Ricordi dal bunker blu Alberto Chicayban I mattoni dell'architettura personale...
Read more