Supplementi

Supplemento a Duška Kovačević

Duška Kovačević  ha origini croato-bosniache ed è autrice, poeta, attrice e performer.  Creativa, coraggiosa e curiosa, abbandona una consolidata certezza lavorativa per inseguire il richiamo di scrittura e teatro, le sue passioni da sempre. Nei momenti  di difficoltà ricorda quanto una volta le è stato detto: “Se decidi di seguire i tuoi sogni, costa. Se decidi di non farlo, costa. Scegli tu cosa vuoi pagare”.

Ha pubblicato il romanzo L’orecchino di Zora (Eks&Tra 2007), le raccolte poetiche Un seme di luce (lietocolle 2012), Rossooroblu (Montag 2016), Tu chiamaci perfetti sconosciuti se hai coraggio (Temperino rosso 2017) e Questo è quanto (Edizione del Gattaccio 2017)

Supplemento

CONSIDERAZIONI GENERALI
La poetica di Duška Kovačević

LE OPERE IN PROSA
L’orecchino di Zora
Questo è quanto

LE OPERE IN POESIA
Un seme di luce
Rossooroblu
Tu chiamaci perfetti sconosciuti se hai coraggio

Recensioni varie

Da La Recherche
Un seme di luce di Gian Piero Stefanoni

Da il gioco degli specchi
L’orecchino di Zora di Silvia Camilotti

Da culture -Creative
Tu chiamaci perfetti sconosciuti se hai coraggio di Attilio Fortini

Dal Blog Smallintix
Recensione a Questo è quanto

Da Mondita Review
Recensione di Cristina Mauceri a Questo è quanto

L'autore

Raffaele Taddeo

Raffaele Taddeo

E’ nato a Molfetta (Bari) l’8 giugno 1941. Laureatosi in Materie Letterarie presso l’Università Cattolica di Milano, città in cui oggi risiede, ha insegnato italiano e storia negli Istituti tecnici fin dal 1978. Dal 1972 al 1978 ha svolto la mansione di “consulente didattico per la costruzione dei Centri scolatici Onnicomprensivi” presso il CISEM (Centro per l’Innovazione Educativa di Milano). Con la citata Istituzione è stato coautore di tre pubblicazioni: Primi lineamenti di progetto per una scuola media secondaria superiore quinquennale (1973), Tappe significative della legislazione sulla sperimentazione sella Scuola Media Superiore (1976), La sperimentazione nella scuola media superiore in Italia:1970/1975. Nell’anno 1984 è stato eletto vicepresidente del Distretto scolastico ’80, carica che manterrà sino al 1990. Verso la metà degli anni ’80, in occasione dell’avvio dei nuovi programmi della scuola elementare, ha coordinato la stesura e la pubblicazione del volumetto una scuola che cambia. Dal 1985 al 1990 è stato Consigliere nel Consiglio di Zona 7 del Comune di Milano. Nel 1991 ha fondato, in collaborazione con alcuni amici del territorio Dergano-Bovisa del comune di Milano, il Centro Culturale Multietnico La Tenda, di cui ad oggi è Presidente. Nel 1994 ha pubblicatp per il CRES insieme a Donatella Calati il quaderno Narrativa Nascente – Tre romanzi della più recente immigrazione. Nel 1999 in collaborazioone con Alberto Ibba ha curato il testo La lingua strappata, edizione Leoncavallo. Nel 2006 è uscito il suo volume Letteratura Nascente – Letteratura italiana della migrazione, autori e poetiche. Nel 2006 con Paolo Cavagna ha curato il libro per ragazzi "Il carro di Pickipò", ediesse edizioni. Nel 2010 ha pubblicato per l’edizione Besa "La ferita di Odisseo – il “ritorno” nella letteratura italiana della migrazione".
In e-book è pubblicato "Anatomia di uno scrutinio", Nel 2018 è stato pubblicato il suo romanzo "La strega di Lezzeno", nello stesso anno ha curato con Matteo Andreone l'antologia di racconti "Pubblichiamoli a casa loro". Nel 2019 è stato pubblicato l'altro romanzo "Il terrorista".