Parole dal mondo

Canzoncina per te – del padre

Era mio padre come bianco prjanik

Da un canto popolare dei Mari

Era
mio padre come bianco prjanik,
di bianca
bontà
splendeva,-

immerso
nell’aria del giorno.

E ora in quest’aria
non c’è nessuno,
la stanza – d’inverno – diventa suolo deserto

immersa
nello scuro del giorno.

E appare nei sogni del mattino
sul suolo – la slitta paterna
bianca come prjanik,
come prjanik,
solo che sopra non c’è nessuno,

ma s’irradia,
aleggia su di lei
la stessa – bianca – bontà ,-

immersa
nella mia nostalgia.

1983

 

Traduzione di Roberta Sala

L'autore

Avatar

Gennadij Ajgi