Parole dal mondo

Isacco ragazzo

Isacco ragazzo
(Gen., 22.1-19)

Benché il racconto voglia che un angelo fermò
quel colpo indicando un ariete
impigliato per le corna nei rametti
e rami d’un cespuglio lì vicino,
benché l’angelo dicesse che Dio
stava provando Abramo nella fede e che
lo trovò saldo, la storia non dice un’acca
di come, dopo aver portato la legna,
convinto che l’agnello l’avrebbe fornito
Dio, lo choc scosse l’animo di Isacco
quando il padre lo prese e lo legò –
e adesso il tradimento – l’incredulità
mentre si sentiva sollevare e adagiare
sull’ara-catasta che lo trafiggeva.
Né il racconto dice il terrore del
ragazzo allorché il padre levò
il coltello di bronzo molato di fresco;
né dice lo scintillio sinistro
del sole sulla lama, strinato a fondo,
nella memoria di Isacco.
(traduzione Angela d’Ambra)

L'autore

Avatar

Murray Alfredson

Murray Alfredson è un ex-bibliotecario, docente e socio buddista nel Multi-Faith Chaplaincy alla Flinders University, in Australia. Ha pubblicato saggi sulla meditazione buddista, sulle relazioni e le poetiche inter-religiose, poesie e traduzioni di poesia su riviste e antologie in Australia, Stati Uniti, Regno Unito, Svezia, Canada, e due raccolte, Nectar & Light in New Poets, 12, Adelaide: Friendly Street Poets e Wakefield Press, 2007; e The gleaming clouds, Brisbane, Interactive press, 2013.
È redattore di Ashvamegh, una rivista letteraria pubblicata a New Delhi, e co-curatore della quarantesima antologia annuale dei Friendly Street Poets: Many eyes, many voices, Adelaide, 2016.
Ha vinto l’High Beam Award per la poesia 2004, il Poetry Unhinged Multicultural Poetry Prize 2006, il premio Friendly Street Poets Political Poetry 2009, ed è stato nominato due volte per il premio Pushcart, nel 2009 e nel 2012.
Vive nella penisola di Fleurieu vicino al Golfo di St Vincent nell’ Australia del sud.