Parole dal mondo

Il Grigio Conta

Niente di mnemonico
o battente
in questa poesia sull’inverno ufficioso
se non la scettica chiarezza
del ricordo –
una scarpata scivolosa
di scaglie [serrate da acque fragorose,
forse scisto] s’innalzano con
tro la luce grigia
sotto il cranio:

foglie che cedono
edifici che cadono
[pure l’hotel della luna di miele è imploso] donne dentute
un uomo volante [non bruciante] sangue che fra spasmi fluisce
svanisce

qua e là.

Da qualche parte
c’è neve che fiocca
un tifone
una stria d’iride
uno schianto
il canale meteo mi dice
[della nebbia] più di quanto ho bisogno
di sapere ma non riesco a non
sintonizzarmi
(traduzione di Angela d’Ambra)

L'autore

Avatar

Kim Clark

Malattia e desiderio, maternità e mondanità sono gli sproni dell’incessante viaggio di Kim Clark tra poesia e prosa, scena e pagina. La sua prima raccolta di narrativa, Attemptations (Caitlin Press), è uscita nel 2011 e uno dei racconti è stato scelto per un film di 90 minuti. Il suo chapbook di poesia, Dis ease ad De sire, the M anu S cript (Lipstick Press), è uscito ad aprile, 2012. Opere di Kim si trovano anche in Body Breakdowns (Anvil Press), e in Malahat Review, giornali elettronici e in altre pubblicazioni in Canada e negli Stati Uniti. La sua nuova raccolta di poesie, Sit You Waiting, è uscita in libreria ad agosto 2012 per i tipi di Caitlin Press. Kim vive a Cedar sull’isola di Vancouver.

Lascia un commento